SALUTE & BENESSERE


Siamo Tutti Uno e parte del Tutto

09.01.2018 10:42

Avrai già sentito affermare più volte che tutto è Uno, e che sei collegato a ciò che ti circonda. Probabilmente però avrai ritenuto questo concetto piuttosto utopistico e difficilmente rapportabile alla vita di tutti i giorni, quella che consideri “reale”.

Essere consapevoli che tutto è uno e che anche noi siamo uno con il tutto, non è in effetti un concetto facile da digerire. Siamo abituati a vederci come esseri individuali, diversi dagli altri, staccati, dotati del libero arbitrio e – alcuni di noi – persino dell’enorme potere (che da soli ci siamo dati) di decidere sulla vita e la morte delle altre persone. Pensiamo di essere individui diversi da tutte quelli che ci camminano accanto.

Di persone disposte a Tutto pur di emergere, diventare leader e incutere terrore così da monopolizzare i propri simili è pieno il mondo, ed è la dimostrazione più lampante di come non sia ancora stato accettato il fatto che tutte le specie viventi sono, in realtà, come grandissimi iceberg immersi nel mare.

Siamo come degli Iceberg che fanno parte dell’Uno chiamato mare!

Ad un seminario di Vittorio Marchi, proprio grazie a questa metafora, ho visto le cose in maniera diversa e più comprensibile. Dato che ci vediamo distanti dagli altri, ognuno con il proprio corpo e la propria identità, pensiamo di essere scollegati, ognuno per i fatti propri e composti di energie proprie. In realtà non è così.

Pensate ad un Iceberg! Di che cosa è fatto un iceberg? Di ghiaccio, e il ghiaccio è solamente acqua congelata. Non è vero? Però galleggia ed è composto di tutto quel tutto che noi chiamiamo mare, che altro non è, che acqua allo stato liquido, cioè sotto una forma diversa.

Libri e varie...
IL TUTTO
Lo spirito e la materia
di Jean-emile Charon

Charon è stato uno degli scienziati più
noti del Novecento che ha dedicato gran parte dei suoi studi ai
rapporti tra scienza e trascendenza, indirizzandosi alla ricerca di un
nuovo modello fisico dell'universo che tenesse conto della dimensione
spirituale.
La Relatività complessa rappresenta la "grande
unificazione" che, dopo Einstein, è divenuta l'obiettivo della Fisica:
le interazioni deboli, elettromagnetiche, forti, gravitazionali,
vengono unificate all'interno di uno stesso modello della Teoria.
Ma
l'unificazione non sembra possibile senza che si attribuiscano al
modello della Materia delle proprietà di memoria cumulativa e
previsionale. Viviamo, insomma, secondo l'esperienza e le ricerche di
Charon, in un Universo non solo materiale, ma anche spirituale, che può
essere conosciuto attraverso la ragione - che analizza in modo
particolareggiato l'esistente ma incappa sempre in qualche
contraddizione - ma anche grazie all'intuizione, che ci pone di fronte
alle mille sfaccettature e ai mille modi di considerarlo...
LA GRANDE EQUAZIONE  - LIBRO
Io, l'Universio, Dio
di Vittorio Marchi

Da sempre uomini e donne si chiedono: chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo? Per queste domande nessuno sembra avere una risposta, ma è davvero così? È proprio vero che la soluzione ai tre quesiti più oscuri del mondo sia poi così inaccessibile?
Famoso ricercatore e insegnante di fisica, Vittorio Marchi indaga da anni con passione e entusiasmo per svelare questi grandissimi misteri, sfatando false convinzioni e credenze sbagliate che ci trasciniamo da millenni.
Possiamo, infatti, considerare valida l'espressione del nuovo testamento "in principio era il Verbo"? Ma, se il verbo è Dio, come può Dio avere un principio? Perché allora non raccontare tutta e in maniera fedele la storia della Creazione? L'Universo, quindi, ha un inizio? Da quando e dove, se è infinito?
Ma non solo! Come funziona il nostro corpo? Perché ci ammaliamo? Quanto è dannoso affidarsi alle cure di medici succubi loro stessi delle malattie?
Oggi, infatti, secondo un monitoraggio svolto negli Stati Uniti, il fenomeno della iatrogenesi - ovvero ciò che è causato dal medico o dai farmaci della medicina accademica  è la terza causa di morte, dopo l'infarto e il cancro.
In queste pagine l'autore risponde a tutte queste domande affidandosi alle teorie della fisica quantistica e alle sue straordinarie scoperte.
Con l'avvento della fisica quantistica si è scoperto che l'universo è nato da un Bit Bang (informazione) più che da un Bing Bang. Questa scoperta suggerisce che l'ingrediente essenziale del nostro universo è la Coscienza che osserva e da cui tutto scaturisce. 
La Grande Equazione = Io, l'Universo, Dio
 "La bellezza del Cosmo è data non solo dall'unità nella varietà, ma anche dalla varietà nell'unità".
-Umberto Eco
Il sorriso enigmatico della Gioconda, il mistero della Sfinge.
? da millenni gli uomini si domandano: "Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo?", ma senza apprezzabili risultati.
Per la stragrande maggioranza di essi il problema è insolubile.
Ma è davvero così? È proprio vero che la risposta ai tre quesiti più insondabili del mondo sia poi così inaccessibile?
Anteprima - La Grande Equazione - Libro di Vittorio Marchi
La prefazione è un testo che l'autore, o un'altra persona, pone all'i­nizio dell'opera per illustrarne alcuni profili, quali il contenuto del libro stesso, il metodo di lavoro dell'autore, i criteri di giudizio. essa serve a chiarire lo scopo del libro, assicurando una buona lettura del testo e attribuendogli veridicità.  la prefazione è definita autoriale se scritta dall'autore. Solitamente inizia a pagina dispari, è scritta in corsivo ed è firmata e accompagnata da una data.  Molto spesso la prefazione è riportata per dare unità al libro, oppure è legata solo a un suo punto eclatante o a un personaggio specifico (in questo caso si parla di "prefazione documentativa").  Questo libro, invece, non ha alcun inizio. Perché ogni inizio è un'invenzione creata dalla immaginazione.
 Continua a leggere - Prefazione - L'Eredità più Nascosta - Libro di Van Eersel e Maillard...
IL TUTTO O IL NIENTE, IL NIENTE O IL TUTTO
di Luciano Gasparini

Questo libro può essere considerato il testamento spirituale della sig.ra Maria Morganti, raccontato attraverso le commosse e vivide parole del suo più stretto collaboratore, Luciano Gasparini, che vi ha trasfuso i suoi preziosi insegnamenti e descritto con profonda passione, le ricerche e le scoperte effettuate insieme a questa grande, ma umile, maestra dell'intelligibile.
Leggendolo dunque si comprenderà che questa opera è il più vivido ed oggettivo ricordo dei meravigliosi messaggi che entità, e creature celesti, e soprannaturali, hanno affidato a questa persona, che sapeva leggere nel cuore e nell'animo degli uomini, ed interpretare i segreti sussurri della natura, della Terra e del Cosmo.
Maria Morganti, fondatrice dell'Associazione Culturale "La Corona", bioterapeuta, è stata apprezzata per le sue incredibili ed avveniristiche anticipazioni riguardo scoperte mediche, accadimenti mondiali ed esiti di famose missioni scientifiche; ricordiamo, tra tante, le previsioni dell'esistenza di acqua su Marte, e quelle su alluvioni e tsunami in seguito verificatisi.
Inoltre, questa "Anima Lucente" si è anche applicata, costantemente, nello sviluppare tecniche meditative e corsi didattici che consentissero di tessere un percorso interiore atto a riequilibrare l'essere umano ed a condurlo verso una più profonda consapevolezza di Sè. Tutto questo affinchè fosse in grado di cogliere la preziosa armonia del creato, e potesse trovare risposta al suo incessante anelito di conoscenza della motivazione intrinseca alla propria esistenza.
Fondamentali sono state le sue guide spirituali, ed in questo libro, troviamo racconti ed anedotti sulla Vita di Gesù, (dettatigli medianicamente), estrapolati dal contesto storico del passato, e di conseguenza sempre attuali ed edificanti.
Maria Morganti con questo libro ci ha dunque lasciato delle rivelazioni ineludibili sul destino dell'umanità, che sono molto più di una raccolta di saggi ammonimenti scaturiti da un passato ormai non più indecifrabile verso un futuro ormai tragicamente imminente, ma piuttosto una affettuosa e preziosa guida a recepire e coltivare l'Amore trascendente, di cui è pervaso l'uomo e quel Tutto Infinito da cui anch'esso prende origine......
LE GHIANDOLE ENDOCRINE E IL LORO MISTERO - LIBRO
di Augusta Foss Heindel

Le ghiandole endocrine sono destinate a giocare un ruolo importante in avvenire, accelerando l'evoluzione dell'uomo.
Dopo essere state a lungo ignorate le funzioni delle ghiandole endocrine nell'organismo umano sono ora abbastanza conosciute, ma non altrettanto il loro rapporto con l'evoluzione psico-somatica e con l'emancipazione spirituale dell'individuo.
A queste ultime esigenze fa riferimento il presente studio, appositamente condotto da Augusta Foss Heindel.
Nella consapevolezza che l'universo sia un tutto coerente e interdipendente, il libro rivela la corrispondenza delle specificità ghiandolari con i pianeti del nostro sistema solare, ed evidenzia il loro ruolo nell'attivazione dei centri di energia del corpo umano....
INIZIAZIONE ALLA CONSAPEVOLEZZA UNIVERSALE
Coscienza è la risposta
di Robert Happé

Questo libro, sintesi mirabile tra pensiero occidentale e orientale, parla al cuore e alla mente per consentirci di raggiungere orizzonti d' amore, cooperazione, rispetto reciproco e comunicazione autentica tra gli abitanti di uno stesso pianeta....
L'AURA
di Giampaolo Gasparri, Pia Vercellesi

Ogni corpo fisico ha un'aura che ne rispecchia le caratteristiche specifiche: un involucro sottile che lo collega all'universo: questo tascabile vi dirà tutto su come si è sviluppata, come si manifesta, gli strumenti per indagarla e dialogare con essa, leggere la forma , i colori, la densità, effettuare diagnosi, intervenire su di essa per curare se stessi e gli altri.
 Un tascabile con tanti esercizi pratici, quadranti e illustrazioni....

Anche per noi è così! Siamo fatti di energia e vibrazione ma in uno stato diverso (quello fisico), che però è comunque parte di quel tutto in cui siamo immersi (come l’iceberg) che però non possiamo vedere. E solo per questo, ci immaginiamo divisi. Anche se in realtà siamo tutti immersi e composti da un mare di energia e vibrazione unico per tutti. Riuscite a capire?

In realtà, nel caso in cui fossimo degli Iceberg, l’energia è come se fosse il nostro mare. Allo stesso modo, immaginare che ci sia una sola ed unica energia, come c’è un solo ed unico mare fatto da miliardi di molecole di acqua, è una cosa molto concreta che la scienza adesso sta realmente scoprendo. C’è un’unica energia che come un fluido permea tutta la materia dell’universo (quindi anche esseri viventi, terra, pianeti, galassie, soli, e tutto quanto), ecco perché siamo UNO.

Tuttavia, anche se l’energia è una sola, le frequenze vibratorie sono diverse e infinite. E’ come se noi fossimo coscienti solamente della nostra parte di iceberg che esce fuori dall’acqua. Riusciamo a vederci solo come vette, siamo coscienti solo di quello che c’è sopra l’acqua, mentre tutto quello che c’è sotto (la nostra parte sommersa e anche lo stesso mare) non lo vediamo, perché caratterizzato da una frequenza a noi invisibile.

Il nostro occhio e i nostri sensi possono avere accesso solo ad una parte dello spettro delle frequenze (ad esempio, gli ultravioletti, i raggi x, ecc. non li vediamo però ci sono e li usiamo) e in questo spettro possiamo percepire altre persone (o iceberg) simili a noi, ma non riusciamo a percepire l’unione che ci unisce, perché non abbiamo la possibilità di accedere a quelle determinate frequenze vibratorie.

Noi tutti siamo uniti ad un livello molto profondo e questo lo dicevano migliaia di anni fa già gli Egiziani che lo chiamavano NUN e NUNET, ovvero la sostanza padre/madre che permea tutta la materia, e che esisteva già prima che venisse creato il mondo conosciuto. Ed oggi attraverso le teorie di Peter Higgs(https://it.wikipedia.org/wiki/Bosone_di_Higgs) si è arrivati alla stessa conclusione.

Anche il grande Giordano Bruno parlava di queste cose (universo infinito, atomi, ecc.) già nel 1500 e come tutti i personaggi troppo scomodi per l’epoca, venne dalla chiesa prima dichiarato pazzo, eretico, scomunicato e poi bruciato vivo. Oggi c’è anche una scienziata di fisica, Giuliana Conforto, che parla di Campo Elettrodebole, cioè un unico super campo a cui tutti siamo uniti.

Ogni cellula vibra di una luce propria, ognuno ha un destino da compiere, ma questo non potrà mai essere separato completamente dal resto del creato. Perché tutti facciamo parte della stessa e unica Energia e Vibrazione.

Tutto è Uno e noi siamo parte del Tutto

Quando una corda della ragnatela vibra, tutta la struttura ne risente. Nel bene e nel male. Siamo sì collegati spiritualmente, ma in un certo senso anche fisicamente, nonostante sia impossibile provarlo con mano. Tu sei una parte del Creatore, lo Spirito Supremo o… come preferisci chiamarlo (in realtà non ha importanza). La tua anima Lo riflette. Così come quella di ogni altro essere vivente.

Fu dimostrano dal teologo Origene, vissuto nel 500 d.C, che l’anima non è stata creata da Dio ma è parte stessa di Dio. Pertanto nessuno potrà giudicarla o condannarla. L’anima vive oltre il corpo e, nonostante l’apparente divisione e l’individualità, ogni anima fa parte di Dio e tutte le anime sono di conseguenza collegate.

Ecco che, quando una persona prova a schiacciarne un’altra, in un certo senso danneggerà anche se stessa. Rinnegando l’unione sottostante con essa, quel gesto, quell’azione, tornerà al mittente: in un certo senso, si può dire che chi fa del male al prossimo, l’avrà fatto a una parte di sé.

Tutti questi concetti, ovviamente, sono puramente spirituali e potrebbero non bastarti, come a me non bastarono. È difficile, infatti, ricordarsi quando siamo immersi nel traffico e tutti lanciano offese, che in fondo… tutto è uno. Non sono concetti facili da dire e tanto meno da ricordare quando siamo immersi nel lavoro e nelle varie faccende quotidiane.

Quindi ti chiederai “a cosa porta questa consapevolezza?” Ma soprattutto “come posso prendere per buoni concetti puramente spirituali?” Ricorda allora che la via spirituale è importante tanto quella materiale, ma se hai bisogno di argomentazioni di tipo scientifico… oggi ci sono anche quelle!

Anche la scienza sta dimostrando che Tutto è Uno

Se fino a ieri dovevi solo “fidarti”, oggi puoi anche toccare con mano le prove di alcuni esperimenti che hanno dimostrato che siamo tutti connessi e che ognuno di noi lo è a livello della coscienza. Questa connessione offre l’occasione più grande di sempre, quella di entrare in contatto con l’universo e gestire la nostra vita in relazione a esso.

Un esperimento in laboratorio ha dimostrato come: “le particelle, posizionate in due posti differenti, lontane decine e decine di chilometri, fossero capaci di trasmettersi informazioni”.

Queste particelle erano anche capaci di praticare la guarigione. Prendiamo, ad esempio, le particelle quantiche, denominate “quanti”. L’uomo non è ancora riuscito a prevedere il loro spostamento, può solo calcolarlo. Queste infatti si muovono liberamente dall’una all’altra delle molte postazioni disponibili che hanno. Hanno una enorme libertà di movimento ed è l’esempio più lampante di come funziona il resto dell’universo.

Esistono prove tangibili anche se per il momento incomplete. Si tratta infatti di ricerche e studi ancora in essere. Tuttavia, se provi a cambiare la tua visione e apri le porte a questo “qualcosa” che è molto di più di una possibilità, scoprirai di avere un potenziale enorme. È stato infatti dimostrato che tutto nel mondo può trasmettere informazioni in modo più veloce di quanto faccia la luce stessa.

Video di Vittorio Marchi per approfondire: 

https://youtu.be/FmOXCrIN3T0

https://youtu.be/92SFaek3FR4

Fonte: http://www.vivolibero.org/scienza-e-spiritualita/tutto-e-uno/

 

—————

Indietro